Category Archives: Blog

Game of Fears – Paura di Morire

Nuovo episodio di Game of Fears – la “saga dei saperi” dell’Istituto di Studi Avanzati. Paura di Morire – Martedì 9 dalle 14:30 alle 16:30 presso la Sala Rossa, Palazzo Marchesini, via Marsala 26, Bologna Consenso ai trattamenti sanitari e testamento biologico (legge n.219 del 2017) Relatore prof. Stefano Canestrari – Dipartimento di Scienze Giuridiche.  

tempesta perfetta

che partiti populisti facciano promesse sgangherate ci sta anche – quello che non era prevedibile è che andassero al governo insieme … le promesse sgangherate non si elidono … si sommano

Primo giorno di scuola (n.30)

Oggi inizio il primo dei due corsi di questo semestre. Tra poco sarò in aula. E’ tutto pronto. Ho riguardato e aggiornato le prime 5 lezioni. Posso sbagliarmi, anno più anno meno, ma sarà la trentesima (30ma) volta che ricomincio. Potrà sembrare strano ma c’è sempre l’ansia del “primo giorno di scuola”. Loro, gli studenti, saranno gli stessi eppure diversi (età costante, altre decine di ragazzi e ragazze per le quali tu – io – sarai “quello di chimica” per un po’ mesi a venire e io, “quello di chimica”, sarò sempre lo stesso ma un po’ più lontano da loro. Un altro anno è passato. Loro, gli studenti, non lo sanno, ma ogni anno è diverso, e ogni anno è “primo giorno”. Questa, in fondo, è una delle cose che rende questo mestiere uno dei più belli al mondo.

Perché l’università italiana non riesce a essere attrattiva

Le statistiche sull’impegno dell’Italia in ricerca e formazione ci vedono, in genere, tra gli ultimi in Europa (minori investimenti, minor numero di laureati, soprattutto scientifici, meno fondi per la ricerca di base e applicata …) e ben lontani dalle altre grandi economie europee. Ci sono due dati tuttavia che sembrano in controtendenza. Siamo terzi in Europa in quanto a numero di progetti finanziati dallo European Research Council per giovani ricercatori (ERC starting grants) e siamo al secondo posto in quanto a studenti partecipanti al programma di scambio Erasmus. Vediamo meglio di che si tratta. A conclusione della “call” del 2017, i giovani ricercatori italiani hanno ottenuto il finanziamento di 43 “starting grants”, un bel numero, che li piazza direttamente in scia dopo tedeschi (65) e francesi (48). Un posizionamento di tutto rispetto, che testimonia creatività e capacità di mettersi in gioco con proprie idee in un contesto estremamente competitivo.

Read More