Ho concluso il mio intervento all’incontro per la presentazione delle attività del collegio superiore e dell’istituto di studi avanzati del 17 maggio 2019 con questa frase:

Ma sono tempi difficili.

I messaggi che ricevono i giovani sono spesso pericolosi e volgari. Studiare non serve, laurearsi non serve, meglio risolvere i propri problemi con le furbizie, le amicizie e gli accorgimenti.

In fondo, oggi, siamo tutti in trincea. Stiamo tutti combattendo GMORK il nulla che avanza distruggendo Fantàsia (nella Storia infinita di Michael Ende).

La vera battaglia che oggi accomuna docenti e studenti è quella per la difesa della conoscenza. Perché una società colta sa riconoscere i pifferai magici, gli imbonitori e i ciarlatani e sa affrontare meglio i problemi del suo tempo.

Share this Post